Non quello che fai ma perché lo fai!

L’importanza e lo sviluppo del Crowdfunding nella società contemporanea

CrowdfundingOgnuno di noi, almeno una volta nella vita, ha avuto l’idea di realizzare un sogno o un’iniziativa con finalità umanitarie, cercando di trovare in mille modi la strada per poterla realizzare. Esperienze e vissuti personali hanno attivato in noi la pulsione di voler fare qualcosa per il prossimo, per una causa, per la comunità, spingendoci nel desiderio di spendersi in prima persona e di mettere in atto delle azioni concrete. Purtroppo e spesso i nostri desideri si sono infranti, in preda allo sconforto, davanti all’impossibilità di raccogliere dei fondi e di trovare dei finanziamenti seppur piccoli per realizzarli, soprattutto in un periodo in cui tutti sono trincerati dietro allo spettro della crisi e di conseguenza quasi nessuno è disposto ad investire sulla nostra proposta  seppur benefica.

Si è sviluppato negli ultimi anni un modello di sovvenzione economica dal basso che permette anche ad iniziative sociali e umanitarie di autofinanziarsi superando le logiche degli investimenti tradizionali. È il crowdfunding, la pratica di finanziamento di un progetto attuata attraverso la raccolta di tante piccole somme di denaro donate da un grande numero di persone. Questo processo avviene sulla rete internet su siti specifici e in sinergia con i social network.

Il crowdfunding aiuta tutti coloro che hanno delle idee mettendo in campo delle proposte concrete e dando l’opportunità di superare gli ostacoli e le limitazioni che esistono in una società governata da banche e detentori di grandi capitali.

Ci sono diversi modelli di crowdfunging ma quelli maggiormente diffusi e adatti alle cause umanitarie e sociali sono quelli del crowdfunding reward-based dove si partecipa al finanziamento del progetto ricevendo in cambio un regalo sulla base di quanto viene donato e il crowdfunding donation-based dove si partecipa facendo una donazione per sostenere una causa o un’iniziativa no profit senza ottenere nulla in cambio.

Tutte le piattaforme sono accomunate da una stessa modalità: gli utenti possono creare un proprio profilo contenente un video o alcune immagini, una descrizione del progetto, un elenco di premi da devolvere a chi effettua una donazione e lanciare così la propria campagna. Il “segreto” sta nel cercare di creare un messaggio convincente, che possa attirare i visitatori del sito e portarli a contribuire alla causa, creando relazioni empatiche tra i soggetti che propongono i progetti e le persone che decidono di investire e partecipare con il proprio finanziamento. Una relazione che va oltre le tradizionali regole economiche e che è unicamente spinta da passioni comuni, ideali, sentimenti e sogni di realizzare iniziative umanitarie.

Il crowdfunding consente quindi sia ai singoli sia alle associazioni senza fini di lucro di finanziare le proprie attività, attingendo a tanti piccoli contributi economici da parte di un numero elevato di individui senza passare da intermediari finanziari tradizionali. Quello che fa breccia e che ha permesso una diffusione esponenziale del modello del finanziamento dal basso è l’idea “Non conta quello che fai ma del perché lo fai”. Naturalmente il successo di una campagna attuata attraverso questa modalità dipende essenzialmente da quanto il creatore del progetto sarà in grado di creare una comunità e di aggregare le persone accomunate dalla medesima causa e dagli stessi ideali.

Nel mondo esistono circa 1250 piattaforme di crowdfunding. Le più famose a livello internazionale sono Kickstarter, Indiegogo, GoFundMe, solo per citarne alcune. In Italia se ne contano circa 50 e tra le più conosciute ci sono Eppela, Starteed, Produzioni dal Basso, 1Caffè, IoDono, Rete del Dono, Terzo valore, Let’s Donation.

Cosa aspettate a realizzare il vostro sogno e contribuire alla causa che avete a cuore? Ricordatevi che la spinta iniziale al vostro obiettivo arriva da amici, parenti, colleghi di lavoro. Una volta che la vostra campagna avrà preso piede anche altri utenti cominceranno a venir fuori allo scoperto e a supportare le campagne in cui credono!

Comments are closed.